Il paradiso degli orchi

La stanchezza aveva preso il sopravvento su Ercole, la malattia, quelle snervanti corse in bagno, tutta quell’urina, la cucina dell’ospedale, lo stress di essere li e non da un’altra parte, le nottate passate con la radio alle orecchie perché non riusciva a dormire, gli avevano fatto venire un gran sonno, gli occhi si chiudevano e non poteva opporsi, cosi si addormentò.
Dopo un paio di ore si accorge di avere un forte fastidio al ventre, si gira, si rigira, nel tentativo di alleviare il dolore, ma dopo poco ricomincia e si ripresenta impertinente, cosi insiste ancora un po’ e poi si decide, si alza e và in bagno.
Uscito guarda lungo il corridoio ma non c’è nessuno, tenta qualche passo, ma poi ritorna nella sua stanza, aveva la testa molto leggera, si sdraia ancora sul letto e comincia a leggere il libro che gli aveva prestato quella signora, “Il paradiso degli orchi” di Daniel Pennac, guarda la copertina, svoglia la prima pagina all’inizio gli sembra molto interessante, un racconto, cerca di capire qualche cosa, il filo del discorso, tanto di tempo ne aveva molto, la lettura continua e sembra che tutto vada per il meglio, solo che comincia ad avere una strana sensazione nella sua testa, la sente molto leggera e le parole gli scorrono una dietro l’altra, ma ogni nuova parola si dirada e si sconnette da quella precedente, creando nella sua testa un discorso senza senso, privo di significato, discorsi di nessuna importanza, insignificanti nella vita reale, nella sua attuale situazione, la sua testa si dirada ancora di più, il nervoso aumenta fino a che si vede costretto ad abbandonare il libro, e cosi lo fa, lo chiude, e lo sbatte sul suo tavolino, richiude gli occhi e dopo poco si rialza, la testa gli gira, ma è solo un dettaglio ormai, nervoso più che mai ricomincia la passeggiata sul corridoio, sono ormai quasi le cinque e cominciano ad arrivare gli ospiti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: