Il presidio esiste e resiste

Presidio, una parola che in questi ultimi tempi è diventata di moda, è la presenza costante di alcuni cittadini che manifestano in modo pacifico un territorio, un’edificio, una fabbrica, un cantiere, ogni cosa che ritengono opportuo controllare e sorvegliare, chi presidia un cantiere per non permettere che venga costruita un’autostrada in mezzo al paese, chi presidia un’istituzione, per manifestare la loro preoccupazione per quello che stanno facendo, in fine, quello che ormai stà diventando di tendenza è presidiare le fabbriche; quando lavoravo la logica del presidio non era neanche lontanamente contemplata, in una azienda a conduzione familiare, difficilmente tolleravano i sindacati, concepire un presidio era impossibile, semplicemente perché non c’era la cultura per farlo, ma l’orgoglio di opporsi all’azienda è venuto fuori, con tutte le conseguenze del caso, dico questo perché per me il presidio è una vera e propria novità, vivere qualche ora in una tenda, o stare seduto, con persone con il quale non ho mai lavorato, è per me una cosa ogni giorno nuova, un ricordo che difficilmente dimenticherò, molti potrebbero chiedersi perché non vado in giro a trovare un lavoro, domanda che ogni tanto mi faccio anche io, ma mi rispondo che non c’è molto da cercare, confermato da ogni tentativo che ho fatto per cercare un’occupazione, più volte dall’ufficio di collocamento mi hanno ribadito che la situazione è molto stagnante, tutte le persone che conosco e che hanno perso il lavoro non lo hanno più trovato, se lo hanno trovato dovevano accettare di solito uno stipendio minore a condizioni lavorative peggiori, in nome di una situazione lavorativa generale difficile, dalle inserzioni pubblicate su internet dalle agenzie interinali che si stanno riducendo drasticamente, quando non chiudono direttamente le agenzie stesse; il presidio è decisamente uno strumento di lotta pacifica, che fa sentire la sua presenza senza alzare un dito, di certo all’azienda dà fastidio avere i dipendenti fuori dalla fabbrica giorno e notte, prima di tutto perché è una forma di controllo, in più silenziosamente mette in dubbio l’immagine e il nome dell’azienda, solo puntando sulla visibilità.
Il presidio esiste, perché deve esistere?, la risposta mi è arrivata oggi, come un fulmine a ciel’sereno, il presidio esiste per non regalare la vittoria all’azienda, sembra una risposta scontata, quando te la dicono, ma non è immediata, ci vuole del tempo per arrivarci, magari molti non lo hanno ancora capito, ma si affidano e partecipano, ma questo, secondo me è l’aspetto fondamentale perché il presidio esiste, se non esistesse, l’azienda avrebbe raggiunto il suo obbiettivo facilmente, visto che non avrebbe avuto nessuna opposizione, cosa che c’è stata e grazie a questa i lavoratori stanno facendo i loro passi per vincere, perché difficilmente concepiscono la sconfitta, anche se sono coscenti che non sarà facile, ma la rete si sta stendendo, per questo motivo il presidio esiste.
Il presidio resiste, perché deve resistere?, per essere attivi e motivati in ogni momento, senza farsi vincere dalla fatica e dallo sconforto quando potrebbe capitare di sentire qualche notizia non sempre favorevole, il modo miglire per sbagliare le mosse successive è quello di farsi perndere dalla rabbia e arrendersi facilmente, abbassando le armi, ma solo ragionando e tentando di proporre un’idea, si può arrivare a una soluzione, in modo ponderato e deciso; il presidio deve resistere perché insistendo e muovendo ogni possibile alternativa e rimanere aperti a ogni possibilità, potrebbero innescarsi avvenimenti che potrebbero portare proposte interessanti, per questo il presidio deve resistere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: