Operaicontro

In questo periodo di crisi, molte aziende chiudono o crecano di farlo, specialmente le aziende grosse o le multinazionali, hanno una sorta di dissociazione dai propri dipendenti, gli operai possono diventare un oggetto di proprietà dell’azienda, come si butta un martello vecchio o un pezzo di ferro nel rottame, gli operai possono essere percepiti come una cosa da dismettere e da eliminare, ma come è giusto che sia, gli operai prima di tutto sono delle persone che fanno rivalere i propri diritti, cosi se sono fortunati si coalizzano, cercando di risolvere lo stesso problema, opporsi all’azienda, gli stumenti a loro disposizione non sono molti, ma quei pochi che ci sono devono essere usati nel migliore dei modi, cercando di ottenere il massimo possibile, ma come in tutti i movimenti umani, ci sono sempre gli atriti delle singole persone, le idee diverse di come affrontare i problemi, gli scontri interni, delle volte l’indifferenza, con la pretesa di aver risolto il problema singolarmente, anche se poi quella teoria potrebbe rivelarsi sbagliata, il distacco dai singoli indebolisce il gruppo, ma se comunque rimane compatto al suo interno può ottenere comunque il risultato, ma oltre tutto questo ci sono due fattori che possono dare forza e possibili provabilità di vincere contro l’azienda, il primo fattore è quello di avere le idee chiare sull’obbiettivo da raggiungere e una forte azione sindacale all’interno e all’esterno dell’azienda, il secondo fattore che può dare una svolta in più alla vicenda è la visibilità all’esterno dell’azienda sugli avvenimenti dell’azienda, in modo da smuovere l’opinione pubblica e aumentando la possibilità di altre realtà che sono interessate a collaborare o a rilevare l’azienda, cosi un operaio, o meglio un delegato di fabbrica ha deciso di mettere in rete un Blog di nome “operaicontro”, rendendo subito l’idea degli argomenti trattati, gli operai contro i propri datori di lavoro, per la salvaguardia del diritto al lavoro, che oggi come oggi, viene negato.
http://www.operaicontro.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: