La cucina del Dragone

Una trasmissione che forse avevo già visto molto tempo fa, è stata proposta in tarda serata su Rai2 il sabato sera in tarda serata, in questa puntata veniva mostrata l’abitudine dei Cinesi in cucina, è stato per me che sono un’europeo molto strano vedere cosa mangiano e in che modo trattano le materie prime per ottenere i loro piatti; per prima cosa hanno dei tavoli che non sono come i nostri, li hanno rotondi e girevoli, in modo che le portate sono sempre sul tavolo e scorrono sotto il muso del commensale, ma anche negli elementi cucinati c’è molta differenza, per esempio loro prediligono la pasta sempre fresca, fatta al momento, spaghetti tagliati al momento a lunghezza chilometrica, una specie di bacca di nome Tufo, se non ricordo male, è molto preferita e messa su molti cibi, ma che noi europei non conosciamo, ma la cosa più strana per noi è il consumo che hanno degli esseri viventi, per loro ogni animale che si muove è una possibile pietanza, gli scorpioni, i vermi, le cavalette, le scimmie, tutto quello che si muove, solo questo è per loro sinonimo di freschezza, il solo fatto che sia ancora vivo pochi minuti prima di essere cotto, cottura che di solito viene fatta con una fiamma molto alta e una grossa pentola convessa, l’altro attrezzo che in una cucina cinese non deve mancare è un grosso coltello, simile a quello che serve per tagliare il pollo, ma loro lo usano per tagliare tutto quello che devono preparare, usando l’attrezzo con una certa dimestichezza e agilità, e non contiamo dei cani come pietanza degna di essere mangiata, dei gatti passati per conigli, tutte cose che per noi non sarebbero da fare, mentre per loro è all’ordine del giorno, solo se si muovono prima di essere cucinati, i topi devono stare attenti a dove si mettono, se no potrebbero fare una brutta fine, e altre cose del genere.
Guardando questo filmato, apparte la stortura che provavo nel vedere una persona che mangiava uno scorpione fritto, mi veniva in mente di come le persone si adattano a delle circostanze che sono oggettivamente spiegabili nel fatto che loro essendo in molti, hanno effettivamente il problema di procurarsi il cibo, e per questo motivo hanno con il tempo modificato i loro gusti alle esigenge, certo potrebbe capitare di mangiare un lombrico fritto e accorgersi che ha il sapore del pollo, magari con molte più proteine, noi europei non possiamo giudicare una cosa se non la abbiamo mai fatta, di certo una cosa è sicura, se loro mangiano quelle cose e ancora non sono morti, vorrà dire qualche cosa, e noi li giudichiamo solo con le nostre bariere culturali, ma chi potrà mai dire se un giorno anche noi saremo costretti a mangiare le stesse cose, magari per una carestia o per un numero troppo alto di popolazione?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: