Teorema

Anche questo è un film, il regista è Pierpaolo Pasolini, tutto il film ha pochissimi dialoghi, anche se in realtà non c’era molto da dire, tutto si ambientava in una famiglia bene degli anni settanta, dove il capo famiglia è un grande imprenditore, una sontuosa villa e molta servitù, ma tutto questo passava in second’ordine, quello che veniva messo in evidenza era la perversione e l’alienazione delle persone, preda dei propri vizi, prevalentemente sessuali, quello scollamento tra perversione e morale, dove la passione viziosa prende il sopravvento delle persone, e cosi poco importa se la zia va a letto con il nipote o il nipote possiede la cugina, e poi si concede all’inserviente, incapaci di resistere agli impulsi perversi, dove anche il padre non è estraneo a forme di esistenza alienante.
Questo film l’ho trovato strano e particolare allo stesso tempo, anche se non mi era nuovo lo stile del regista, dove con i suoi film esplicita in maniera evidente le sue preferenze sessuali.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: