I ragazzi di Gomorra

Dice un ragazzo: “Dove abito io devi far parte di un branco, se sei fuori vieni mangiato. Non c’è altro modo per sopravvivere. Ma anche nel branco devi imparare a guardarti le spalle, a fare la voce grossa, non puoi mai stare tranquillo. Devi essere pronto a difenderti, avvolte anche dagli amici”. Lo racconta un ragazzo che a quindici anni ha già alle spalle con la sua banda esperienza in quello che viene chiamato “Il sistema” con la maiuscola, ovvero il mondo della criminalità organizzata: “Ho maneggiato molte volte le armi, e anche la droga, il fumo, l’eroina. Ho visto come si prepara, come si pesa e come si vende. Dalle nostre parti di droga ne gira tanta; la consumano pure i ragazzini di dodici anni. Soprattutto il crack. E poi la spacciano. Adolescenti in erba che vendono le dosi ,perché vogliono fare la bella vita e avere tante cose che le loro famiglie non possono dare. Ad esempio, guadagnare mille euro al giorno, comprarsi motociclette, automobili, spendere soldi senza problemi. Anche se queste scelte hanno un prezzo, molto alto, poi arriva il giorno che ti beccano e tutto finisce. Alcuni dei miei amici sono stati arrestati e ora si trovano a Nisida. E ci resteranno per un bel po’ di anni. Si sono infognati la vita, ma si sono pure divertiti”.
Il ragazzo che racconta, disincantato e cinico, ma a tratti ancora bambino.
Tratto da un’articolo di giornale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: