Franco Franchi e Ciccio Ingarsia

Proprio in questo momento sul televisore, su Rai storie, stanno trasmettendo la vita di due attori, due grandi comici di altri tempi, quando la comicità aveva ancora un certo stile e una classe, una comicità che dura nel tempo, dove fa ridere ancora dopo molti anni, come quella di Totò, che fa ridere dopo cinquanta anni, nella loro vita hanno fatto un mare di film, quasi sempre comici, la maggior parte in bianco e nero, ancora ne ricordo alcuni, ma oltre a questo hanno fatto dell’avanspettacolo, teatro e trasmissioni varie, uno era la spalla dell’altro, come al circo, uno Ciccio faceva la persona con un certo tono, mentre Franco lo interferiva con le sue azioni; non hanno cominciato a lavorare subito insieme, ma si sono messi a lavorare in coppia perché Ciccio aveva bisogno di una spalla, cosi con il tempo questo rapporto si è consolidato e rafforzato, dando alla storia del cinema comico una buona mano, oltre che a fatturare solo loro il dieci per centto dell’intero fatturato cinematografico, con i loro dodici, tredici film all’anno, di certo non avevano poco da fare, e cosi hanno lavorato fianco a fianco una vita, diventando una cosa sola, professionalmente parlando, anche se il loro rapporto non è stato sempre rose e fiori, ogni tanto come delle buone coppie litigavano, facevano pace, e discutevano, fino a quando non hanno litigato in modo più serio, per motivi forse d’orgoglio, sul fatto che uno fosse o meno la spalla dell’altro, quando ormai avevano entrambi la necessaria esperienza per essere degli attori completi, e oltre a questo, a Ciccio era nata l’esigenza di cambiare genere, magari lasciando la comicità, mentre Franco era ancora preso nella macchina comica, e questo li ha spinti a separarsi, hanno tentato di fare la loro strada professionale, ma alla fine si sono resi conto che in realtà erano una cosa sola e non potevano stare soli, e cosi hanno ricominciato a lavorare, fino a quando a Franco non è stata sollevata un’accusa infamante, ovvero quella di appartenere all’ambiente malavitoso, solo perché si era trovato casualmente a una cena con delle persone di quell’ambiente, ma la cosa non gli passò sulla testa, anzi accusò il colpo, fece il suo ultimo spettacolo con Ciccio poi si ritirò a vita privata, anche se nei saluti accusava i segni di una di una brutta malattia al fegato, che lo portò via in tre mesi, funerale che avvenne nel 1992, Ciccio a questo punto depose le armi, si ritirò in casa, i figli di Franco Franchi lo andavano a trovare, come omaggio per loro padre, ma a Ciccio gli facevano ricordare troppo loro padre, cosi li pregò di non andarlo più a trovare, fino a quando morì anche lui nel 2002.
Le interviste erano commentate ovviamente da persone che li conoscevano molto bene, i figli di entrambi, Andrea Camilleri, ormai famoso scrittore.
Anche a me mi ha fatto piacere rivedere alcuni loro filmati, ricordandomi come divertivano, quando ero piccolo, e anche oggi li vedo con molto piacere.
Anche loro hanno avuto delle vite straordinarie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: