I non nati

In un colpo solo milioni di piccoli girini bianchi, corrono, corrono, verso l’unica meta, neanche loro sanno perché, ma lo fanno, naturalmente, sensa sapere, lo fanno, ma solo uno riuscirà a raggiungere la meta, raramente due, tutti gli altri sono destinati a morire, o se preferite a degradarsi, questo piccolo miracolo della natura permette di concepire una nuova esistenza, una nuova vita, una sola su un milione di possibilità, dopo questo, e dopo nove, avvolte sette mesi, nasce una nuova persona, periodo nel quale lo aveva passato nel grembo materno, in relativa tranquillità e privo di ogni pensiero, ma subito dopo la nascita le cose si cominciano a complicare, gradatamente ma i disguidi e i contrattempi si moltiplicano, ma non è di questo che volevo parlarvi.
Due secondi dopo che il babino è venuto alla luce, ha già il debito pubblico che gli pesa sul groppone, il costo dei genitori e i sacrifici che i genitori devono sostenere per mantenere il piccolo pargoletto, incidono abbastanza sul bilancio familiare, ma non è neanche questo, visto che i genitori sarebbero pronti a qualsiasi sacrificio per la loro piccola creatura, quello che veramente conta è il futuro che aspetta al nostro cucciolo d’uomo, un futuro decisamente incerto, destabilizzato dai potenti e dalle condizioni che si vengono a creare, la società di certo non è ancora pronta o non vuole scommettere su di loro, o meglio fa di tutto per tagliargli le gambe, dandogli scuole che non gli permetteranno di trovare un lavoro decente, il mondo del lavoro non è disposto a valorizzarli, ma tendono a sfruttarli, e allora speriamo che a livello sentimentale se la cavino, ma spesso e volentiri hanno esperienze insolite, delle volte deviate, una visione dell’amore che non rispecchia per niente a quello delle generazioni precedenti, hanno un concetto del presente che può essere travisante e spesso senza prospettive, dove tutto finisce in quell’attimo, tutto e subito, questo potrebbe essere il loro motto, il futuro per loro è una cosa irraggiungibile, inarrivabile, tutto e subito, e cosi si bruciano in ogni sorta di esperienza, sia sessuale che di sballo, stupefacenti e altro, non sapendo che la vera droga non è quella che si vende nelle bustine e il vero sballo non è dentro una pastiglia, certo credono di essere forti facendo quelle cose, ma in realtà sono molto deboli, una debolezza disamante, fuori di testa e del corpo, senza ogni principio, e una società di questo tipo fa molto comodo ai potenti, dove tentano sempre di creare un mondo alla Matrix, una mentalità virtuale e non reale, grazie a tutte queste cose le nuove generazioni e quelle future avranno un fututo pessimo e sconcertante, sia grazie a tutte queste cose ma anche alla crisi che stà mettendo in ginochio tutto il sistema, una discesa lenta, forse, ma a quanto ho capito inesorabile.
A questo punto, mi chiedo, ne vale veramente la pena nascere o è meglio non raggiungere la meta levandosi il pensiero?, se dovessi rispondere in modo romantico, vi dierei che la vita non ha prezzo, quindi veniamo al mondo senza il minimo dubbio, ma se dovessi usare la razionalità, vi direi che tutto sommato sarebbe meglio rimanere in paradiso, almeno li avremmo molti meno problemi, anche se non sono i problemi che mi preoccupano, ma la situazione che si viene a creare.
E tu quale squadra tieni?, i Nati o i non Nati?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: