Una capinera.4 Giugno

Mi son confessata. Che terrore! che terrore, Marianna!
Tutti quegli apparecchi mi parlavano dell’altra vita ed io pensavo ancora a lui!… ed io aveva il nome di lui sulle labbra mentre tutte le suore inginocchiate intorno al mio letto recitavano le litanie!
Che lugubre cerimonia! quelle torcie, quel campanello, quel baldacchino, quelle salmodie!…
Addio, voi tutti che amo, padre mio, Marianna, sorella mia, mio Gigi… e tu… addio!
Oh! Marianna… digli che io ho pensato a lui anche in questo momento!…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: