Lo specchio

Lo specchio, dinamiche dominanti.
Come accade molto spesso tra le persone, scorrono correnti di finto amore e rispetto, camuffato molto bene da sorrisi, offerte di caffè, false confidenze, falsi consigli, false amicizie, tutto nascosto molto bene, ad arte, come solo un gruppo di persone può fare, spesso e volentieri verso una persona più debole, un componente del gruppo, che ha avuto il piccolo desiderio di amalgamarsi con loro, e non sempre ci riesce in modo ottimale, ma comunque ci prova, cosi facendo fatica ad integrarsi nel gruppo si mette in evidenza per la sua presenza, una presenza ignorata ma evidente, cosi gli altri la prendono di mira con le tecniche rodate di gruppo, e allora dai componenti viene attaccato, in modo fisico, ma spesso e volentirei solo in modo verbale e psicologico, che la vittima non riescie a riconoscere, sia perché è coinvolto in prima persona, poi perché dagli altri viene tenuto allo scuro di questo, e se caso mai si rende conto che c’è qualche cosa che non va, molto spesso la accantona, la cancella, ma infondo il problema non è il malcapitato, ma chi opera “le aggressioni”.
Gli aggressori si sentono forti perché pensano di essere coperti e approvati dal gruppo, e allora si sentono autorizzati a fare qualsiasi cosa, prendersi ogni licenza, verso una persona più debole, verso una persona che in fondo non si rende conto cosa veramente gli capita, e allora i carnefici possono tramare, dire ogni sorta di maldicenze su di lui, prendersi gioco della vittima, godendo della sventura di quel poveraccio, ma questi non sanno che in realtà, non stanno prendendo in giro il loro prossimo, ma se stessi, perché una persona che è in grado di aggredire un altro essere umano, di sicuro non può essere considerata persona, dando vera dimostrazione del suo animo, atteggiamenti malvagi e maldicenze che prima o poi si contorceranno contro loro stessi, perché un giorno, prima o poi sbaglieranno, con peccati di presunzione, con persone che sono realmente più forti di loro e gli faranno pagare quello che hanno fatto, verranno giudicati per quello che hanno detto e fatto, e la vita alla fine gli porterà sempre il conto, che potrebbe essere delle volte molto salato, frutto delle loro parole e azioni, parole e azioni che in verita hanno fatto contro loro stessi, come se fossero davanti a uno specchio, a loro sembrava di avere di fronte un’altra persona, ma in realtà avevano se stessi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: