Il sogno

Si vedeva camminare in una stupenda giornata di sole, di quel sole che ti fa vedere tutto strano, quella atmosfera quasi non reale, camminava con i suoi figli, mano nella mano, sua moglie al suo fianco, una bella donna, una donna non bellissima, ma che per lui era stupenda, avrebbe fatto qualsiasi cosa con lei, in tutti i sensi; passeggiavano in quel viale alberato, altri alberi che rendevano ancora tutto più fantastico il gioco di luci e ombre, era paradisiaco, dentro di lui sentiva una grande gioia, vedeva nella sua testa il futuro e il passato non aveva più importanza, era diventato solo esperienza di vita, quello che contava era il futuro e la presenza dei suoi figli e di sua moglie, tutto il resto era di contorno e poco importante, l’unica cosa che lo preoccupava un poco erano i problemi che avrebbero incontrato, ma era sicuro che con la pazienza e la complicità di sua moglie,con qualche piccolo accorgimento avrebbero superato ogni cosa e nel migliore dei modi, non parlava con loro, lui restava completamente assorto nei suoi pensieri e anche se sentiva sua moglie interagire con i bambini, non sentiva la sua voce, in quei momenti era solo lui con il suo stato euforico e trasmutante, il sorriso alla Joker, anche se non si notava molto, poco importava per lui, si rendeva solo conto di qualche cosa che non andava, un leggero stiramento al volto, ma i suoi pensieri non gli facevano percepire che invece il sorriso era troppo evidente, se si sarebbe visto allo specchio non si sarebbe di certo riconosciuto, il sorriso arrivava molto alto e con un po di trucco di sicuro sarebbe stato quasi uguale a Joker, ma ormai il suo corpo quasi non rispondeva più, tutto il suo pensiero aveva preso il sopravvento, su di lui, la gioia gli usciva dal cuore a fiotti, gli occhi gli brillavano, guardava i suoi figli poi sua moglie, e faceva grandi sospiri, non capiva più niente, era al settimo celo, quasi stava male dalla gioia, la più grande soddisfazione della sua vita, la sua famiglia, e a dire che non è stato facile, le decisioni, la spada che ha dovuto impuggnare per ottenere questo, solo lui lo poteva capire, quante litigate con i suoi, con gli amici, con la sua fidanzata che poi sarebbe diventata sua moglie, quanti sacrifici per ottenere quello che ha, solo lui poteva capire gli sforzi che sono stati necessari, quale lavoro è stato necessario per convincere persone per ottenere il minimo, quanto nervoso ha speso per convincere persone, che in un primo momento sembravano amiche e poi dopo tanto tempo si sono rivelate false, quanto ha speso in termini di convincimento su persone che non volenvano convincersi, quanto avrebbe voluto cambiare le persone, che poi non sono mai cambiate, quanto avrebbe voluto cambiare tutto per il bene del genere umano, ma lui era troppo piccolo e non avrebbe potuto fare niente, quanto dispiacere, quante coltellate in gola (in senso simbolico) ai carissimi amici, per aiutarli, aiutarli a capire, ma alla fine si era reso conto che solo loro potevano aiutare se stessi, quanta preoccupazione per loro, e poi…….
Un minuto, uno sguardo di sua moglie e tutti quei pensieri si sciolgono come neve al sole, e ricomincia il suo stato serafico.
“Sveglia, sveglia…..sveglia, sveglia……., è ora della cena”.
Ercole, lentamente riprese conoscenza, si sentì catapultato nella realtà, si vide sdraiato in un letto, uno strano senso di benessere, la testa nel pallone, ma due sole convinzioni, non avrebbe mai cambiato il mondo e ne tanto meno le persone, le persone non si possono cambiare; il tempo di scendere dal letto e si dimenticò tutto……..Ercole non era sposato, na tanto meno fidanzato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: