Una capinera:Sabato,5 Aprile

Ti scrivo un rigo in fretta per rammentarti che ti aspetto, che ho bisogno di te, di voi tutti; che ho bisogno di forza e di coraggio.
Mi hanno portato il velo, i fiori, la veste nuova; è una bella veste da sposa. Si fanno gli ultimi apparecchi. E’ per domani…
Se vedessi che movimento insolito, che frastuono, che giubilo! è una festa per tutte coteste povere recluse. Quest’ immenso sepolcreto si anima soltanto allorché si spalanca per un’altra vittima.
E’ un bel giorno d’ Aprile. Il tempo è stato cattivo sino ad oggi; ma adesso brilla un bel sole. Sono stata sul belvedere a respirare un ultimo sorso di vita.
Quante cose ho visto da lassù, Marianna! i campi, il mare, quell’immenso mucchio di palazzi, l’Etna laggiù, in fondo… Tutte queste cose sembrava che avessero un’aria triste…
Avrei voluto vedere un’ultima volta Monte Ilice, la nostra casetta, quel bel castagneto… Non ho potuto vederli… non li vedrò più… ho un gruppo qui nel cuore!…
Dalla strada saliva sino al belvedere un frastuono, un rumore di carri, di vetture, di voci, di gente che lavora, che va e viene… Tutta quella gente ha degli affari, delle gioie, delle pene, cammina, vive… Quegli uccelli che volano lontano…
Fra me e tutta questa vita che mi circonda, domani, fra poche ore, si leverà un muro insormontabile, un’abisso, una parola, un voto…
Come passerò questa notte?… Se ti avessi almeno qui con me!…
Ho paura!…
Dio mio, sorreggetemi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: