Rubare per vivere

Un’operaio della Yahama è stato fermato in un supermercato con un giocattolo nascosto sotto al vestito; una pensionata è stata fermata con una confezione di salmone dentro il cappotto; un’ottantenne sorpresa mentre stava andando via con le calze a maglia che aveva provato e non aveva pagato.
I furti al supermercato hanno avuto un forte aumento in questo anno, per un’ammontare di circa 3,8 miliardi di Euro, grazie alla nuova condizione economica mondiale, molte persone non ricevono lo stipendio da mesi o non hanno lavoro, devono mantenere i figli e alla fine sono costretti a rubare, visto che comunque non trovano lavoro; le forse di vigilanza fermano le persone in atti di “taccheggio” e si trovano persone comuni in vero stato di necessità, casi molto toccanti e in comprensibile disagio per la loro nuova condizione.
Quando una persona viene presa a “favorire” un’oggetto da un supermercato, di solito viene fermata e in secondo luogo il direttore del negozio decide se intentare la causa di furto o lasciare andare il “tacchino” senza il suo “regalo”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: