Ramadam

Ormai da qualche giorno i Mussulmani hanno cominciato l’ennesimo Ramadam, periodo santo e di penitenza, per loro, un periodo di digiuno completo e divieto di bere qualsiasi liquido o fumare, niente di qualsiasi altra cosa, tranne, lavorare o adempiere alle funzioni corporali necessarie, questo per loro oltre a essere un periodo religioso, ricordando il periodo di prigionia di Maometto, è anche un modo per purificare il corpo dalle impurità umane, come se una volta all’anno portassero la macchina dal meccanico a fare il tagliando, e in fondo non hanno tutti i torti, un po di digiuno al corpo fa bene, si riposa dalla continua somministrazione di cibo e qualsiasi sostanza, cosa che comunque possono fare tranquillamente di notte, quando gli occhi di Maometto non li vedono, ma non è questo proprio il punto, riparare la macchina, ma secondo me c’è anche un altro motivo, digiunare oltre che a consolidare l’appartenenza con chi lo fa con te, ti permette di sperimentare la piccolezza dell’uomo, tramite la sofferenza, in questo modo capirai meglio chi soffre da vero, e poi con un poco di digiuno non è morto mai nessuno, anzi!
Anche al lavoro da me alcuni fanno il Ramadam, e a uno di questi gli ho chiesto: “Bello il Ramadam?”, “Si, è bello come un mese, ma è tanto duro!”.
Comunque sia, ho notato che gli Arabi, come le persone dell’Est, si rispettano tutti, mentre noi ci stiamo tutti antipatici!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: