A tre metri

Il nemico, a tre metri di distanza, è un bersaglio. A tre metri è un uomo.
“Un giovane regista concludeva con questa affremazione un suo film. Ritengo sia questa la prospettiva in cui un cristiano deve collocarsi se vuole perdere il piacere di premere il grilletto, e se lascia cadere in terra, per sempre, il bastone”.
Così scriveva quarantanni fa nel suo libro “Vangeli scomodi”, che in quei giorni è riproposto in trentesima edizione, don Alessandro, noto autore spirituale. L’idea è suggestiva e coglie una verità spesso reiterata in forme diverse. Così, ad esempio, si è soliti dire che il boia non guarda mai in faccia la sua vittima, mentre un apologo tibetano racconta l’esperienza graduale di trasfigurazione che la relazione con l’altro subisce secondo le distanze: da lontano sembra avanzare una bestia, poi vedi che è in realtà un uomo, e solo quando lo hai di fronte e lo guardi in viso che scopri i tratti di un fratello da tempo assente.
Quel giovane regista ci insegna che la distanza è la legge fondamentale dell’odio. Quando più tu scacci un altro, lo guardi da lontano e lo consideri un’entità, tanto più diventi sospettoso e ostile e credi di avere in lui un nemico. Non è vero che ci è accaduto spesso di dire male di persone che conoscevamo a distanza o per sentito dire, e di scoprire poi, una volta incontrate, che erano ben diverse? Bisogna, allora, rischiare più frequentemente di abolire le distanze e di ritornare “ai tre metri” o meno dell’incontro che rende più reale quel volto, più umana quella presenza. E allora, forse, si potrà giungere persino all’abbraccio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: