Amici Bergamo, 9-5-2009

Questa volta sono riuscito a presentarmi all’incontro di auto-aiuto, di Amici, la sede si trova nei pressi di Bergamo e dopo essermi messo d’accordo con un amico di Amici, siamo andati, durante tutto il tragitto scambiamo qualche chiacchiera, come stai, come non stai, la bestia!, tutto bene!, per ora, usciti dal casello qualche curva e arriviamo a destinazione, la sala era libera e dobbiamo aspettare gli altri che arrivano, quasi tutti li conosco, solo qualche elemento era nuovo per me, ma la nostra malattia, per forza di cose, ci rende meno estranei, arriva la gente e anche le persone che tirano i fili dietro le quinte, grazie a loro ci possiamo incontrare, cosi con calma e dopo i dovuti saluti ci sediamo, mentre ci accomodiamo e scambiamo altri saluti e informazioni personali, come stai, come non stai, cosi quando quasi tutti sono arrivati, e anche quelli che erano arrivati e che non conoscevo, non esitavano a raccontare i fatti propri inerenti alla malattia, tanto tutti i presenti comunque capivano esattamente di cosa si stava parlando e quello che c’era dietro a quei atteggiamenti che a una persona non ammalata potrebbero sembrare molto strani o succitare ilarità (ancora peggio), il tempo messo a disposizione per questa cosa è stato sufficente per mettere in chiaro le cose più urgenti, cosa che comunque ascoltavo e cercavo di capire cosa stesse succedendo a persone che non avevo mai visto, comunque a un certo punto chi coordina il gruppo ha cominciato a intavolare e indirizzare il gruppo sull’argomento del giorno, l’ansia, dopo due parole di introduzione da parte dei responsabili, abbiamo cominciato a esporre le proprie opinioni a riguardo, è luogo comune pensare che le Mici siano favorite da fattori stressanti, cosa in realtà non confermata chiaramente dalla classe medica, ma una grande percentuale di pazienti additano la relazione stress-Mici, e anche nel gruppo, che altro non è che uno spaccato di esperienze sulle Ibd, aderiva a questa cosa, poi a un certo punto cerco di avere la parola, anche se molti cercavano di andare per conto loro, cercando di esporre i loro problemi o raccontare quello che volevano, ma per fortuna sono riuscito ad avere la parola, “Anche io una volta pensavo come voi, lo stress ha causato o meglio favorito l’insorgenza della malattia, ma con il tempo mi stò rendendo conto di cose che una volta non avrei pensato, in base alla teoria comune, io, con tutto il casino che ho avuto in questo periodo avrei dovuto avere una ricaduta, cosa che in realtà non ho avuto”, a questo punto la responsabile mi riprende e mi dice:”In realtà la cosa non è cosi semplice come potrebbe sembrare, ci sono alcune cose da considerare, per esempio come una persona affronta le cose, se quella incassa solo gli stimoli esterni o li rielabora, se in qualche modo ha delle valvole di sfogo, o altre cose, in fondo non siamo tutti uguali”, a quel punto mi era venuto un flash e ho detto: “Sai forse cosa deve essere successo? molto provabilmente, inconsciamente mi ha aiutato il fatto di scrivere il mio Blog, provabilmente in quel modo riuscivo, senza accorgermi, a scaricare la tensione, e forse per quel motivo non ho avuto ricadute importanti”, cosa che in realtà ho avuto in forma molto lieve, appena l’attenzione di tutti si è spostata da me ho pensato: “Ma vuoi vedere che il mio amico, senza sapere in realta cosa stesse facendo, mettendomi in piedi questo Blog, in realtà mi ha aiutato, senza fare niente, solo due battute per aprirlo, ma guarda che strana la vita!”, e la cosa non mi era passata facilmente dalla testa, cosa che tengo ora molto presente e gli dedico la dovuta attenzione, senza eccessive illusioni, perchè se la malattia si presenta in modo pesante, cosa sempre possibile, non basterebbero centinaia di articoli al giorno per avere la remissione, bisogna comunque fare ricorso alla medicina tradizionale.
Un’altro argomento trattato è stato quello della medicina alternativa, o meglio omeopatica, molti hanno tentato quella strada e molti si sono resi conto di avere sbagliato a non essersi affidati completamente alla medicina tradizionale, decisione che avevo preso immediatamente, centrando subito la via esatta, quindi a tutti i pazienti Mici, consiglio di affidarsi alla medicina tradizionale!
Altre cose? Sono venuto a sapere che è in fase sperimentale il nuovo farmaco Mesalazina Mmx, che viene usato in pochi centri specializzati, ma che un giorno, spero presto possa essere usato più in larga scala.
Mi sembra quasi scontato, anche se poi in teoria non lo è, che i pazienti Mici abbiano diritto al riconoscimento di invalidità civile, cosa che ho portato avanti anche io con “successo”, anche se poi la cosa mi resa marginale al problema, solo che in questo modo postrei usufruire di alcuni diritti, che altrimente non avrei, in modo particolare sull’occupazione.
Altre cose non ricordo, solo cose che servivano a fare da collante a quanto si diceva.
Una cosa molto importante che è stata detta è che a fine mese ci verrà a trovare il presidente nazionale di Amici, per conoscerci, e a questo punto cercherò di essere presente.
Poi tutti a casa, riprendendo la via del ritorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: