Sono davvero consapevole?

“Spiritualità” significa “consapevolezza”. Due parole molto semplici, per capirne il significato non abbiamo certo bisogno di guardare nel dizionario. Spiritualità è la caratteristica dello spirito, consapevolezza è invece una qualità della ragione, che ci mette in grado di renderci conto di ciò che avviene. Se dico di essere consapevole di quanto sto facendo, intendo dire che so perfettamente la portata della mia azione, ci ho riflettuto appieno prima di intraprenderla e so anche quali ne saranno le conseguenze.
E’ questo l’atteggiamento che guida costantemente la nostra vita? Sappiamo sempre quello che vogliamo dire o fare? Perché lo stiamo dicendo o facendo? Dove ci porteranno le parole e i nostri atti? Quale influenza avranno su noi stessi e sugli altri?
Se siamo veramente in grado di fare questo, buon per noi. siamo allora in una botte di ferro, ben corazzati contro qualsiasi ripensamento, rimpianto, rimorso. Non ci pentiremo mai di come abbiamo agito. Non avremo mai bisogno di biasimare qualcun altro per i nostri errori. Siamo sempre pronti ad assumerci con gioia le nostre responsabilità, indipendentemente dal risultato del nostro agire, sia esso positivo o negativo.
Quando mettiamo al mondo un figlio, sappiamo esattamente perché lo facciamo? Vogliamo un erede per il nostro nome o per la nostra azienda? Vogliamo un sostegno per la nostra vecchiaia? Vogliamo un bel pupo da esibire davanti agli amici, per far vedere quanto è bravo? Oppure vogliamo semplicemente farci strumenti del buon Dio per dare l’opportunità a un’anima, creata dall’eternità, di tentare la sua avventura terrena? L’importante è sapere esattamente qual è la ragione che ci spinge a prendere una determinata decisione, sia essa un’ figlio, un corso di studi, un lavoro, uno sposo/a, un’amica/o, dove andare in vacanza, se comprare o meno un nuovo paio di calze. Sembra buffo, ma è proprio così.
Einstein disse una volta: “Quando mi allaccio le scarpe, pongo tutta la mia attenzione (= consapevolezza) in quello che faccio”. In quel momento, niente formule matematiche, solo la più completa attenzione a quanto sto facendo, perché è questo che voglio fare, e voglio farlo nel modo migliore.
Cerchiamo quindi di essere sempre consapevoli delle nostre azioni, sapere perché le facciamo, cerchiamo di farle bene, concentriamoci sul serio, diamo tutto di noi stessi, e la nostra vita diventerà spiritualità pura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: